HACCP, le Regole per un buon FRITTO

HACCP, le Regole per un buon FRITTO

Da sempre in italia ci sono le delle dispute su come si frigge a “norma HACCP” e cosa è dannoso per la salute!!!

Io ho la mia teoria e vorrei renderti partecipe.

Partendo da un presupposto che la frittura è una leccornia per il palato 🙂

Con questo articolo voglio spigarti alcuni passaggi molto interessanti, partirò dalle basi.

Con la parola “Friggere” si intende cuocere un alimento in un grasso liquido ad alta temperatura, è una preparazione diffusissima e estremamente apprezzata in tutta italia poiché i cibi, quando entrano a contatto con l’olio o qualunque grasso di frittura, crea una crosta golosissima ed estremamente appetitosa.

Una domanda che si fanno in tanti è:

“ I CIBI FRITTI SONO DANNOSI PER LA SALUTE UMANA ?”

Generalmente, il grasso che viene utilizzato per la frittura viene riscaldato in padella o nella friggitrice, raggiungendo alte temperature.

Ogni volta che viene riutilizzato subisce una nuova decomposizione, di conseguenza si deteriora diventando denso e formando del fumo sgradevole, lasciando un gusto non piacevole al palato.

Gli alimenti cotti in grassi di frittura deteriorati nuocciono alla salute.

La legge Italiana in questo campo parla chiaro, e la Circolare Ministero della Sanità dell’11 gennaio 1991, n. 1 – Oli e grassi impiegati per friggere alimenti, prevede una soglia massima e quando si supera questa soglia, il grasso è da considerarsi alterato ed è vietato utilizzarlo.

Chi viene sorpreso ad utilizzare quel grasso è sanzionabile.

Tutti vogliono sapere come si fa a capire quando il grasso di frittura è ancora utilizzabile, a occhio nudo è possibile capire ma rimane pur sempre una valutazione visiva e soggettiva, comunque gli indicatori sono tre: colore, la sua densità, e la formazione di schiume e fumo.

I metodi più attendibili utilizzabili dalle aziende alimentari sono gli esami di laboratorio, ma come puoi ben capire non sono pratici, in commercio vendono dei test estemporanei che puoi utilizzare in totale autonomia.

Hai scaricato le 5 schede HACCP ? Le trovi cliccando qui, SCARICALE.

#1 Schede temperature frigoriferi haccp

#2 Scheda norme aziendali di igiene

#3 Registro non conformità di prodotto 

#4 Registro non conformità di processo 

#5 Schede pulizie haccp

#6 Elenco fornitori 

#7 Modulo garanzia delle forniture

 

Frittura e HACCP, cosa ce da sapere!!

Il grasso di frittura quando è deteriorato contiene sostanze cancerogene, che rappresentano un pericolo per la salute umana, questo pericolo si può evitare friggendo in modo corretto e verificando lo stato del grasso utilizzato.

Con i test costanti, che generalmente vengono eseguiti con degli strumenti elettronici che verificano lo stato di esaurimento di un grasso e abbinando a questo controllo sarebbe una buona norma documentare gli interventi adottati per la loro risoluzione (il cambio del grasso).

 

Hai scaricato le 5 schede HACCP ? Le trovi cliccando qui, SCARICALE.

#1 Schede temperature frigoriferi haccp

#2 Scheda norme aziendali di igiene

#3 Registro non conformità di prodotto 

#4 Registro non conformità di processo 

#5 Schede pulizie haccp

#6 Elenco fornitori 

#7 Modulo garanzia delle forniture

Lascia un commento

© Copyright 2012 – 2019  | TCertifico della Dott.ssa Daniela Sotgia | Tutti i Diritti Riservati |
Partita Iva: 01304360918 | Privacy Website  |

Chiudi il menu
×

Carrello