Documento valutazione rischi per aziende del food

Documento valutazione rischi per aziende del food,
ecco cosa sapere

Se hai un’azienda nel settore del food non puoi ignorare questo post. Il contenuto dell’articolo ti sarà utile per scoprire cosa fare per garantire la sicurezza dei tuoi dipendenti ed evitare di incorrere in rigide sanzioni penali.

Sicurezza dei lavoratori e prevenzione rischi

L’attenzione e la prevenzione dei rischi nonché la salute sui luoghi di lavoro è un tema affrontato quotidianamente dal governo, associazioni di categoria e dai sindacati. Questo forte interesse nasce per tutelare il più possibile la sicurezza dei lavoratori.

È utile sottolineare che tutte le aziende del food ogni giorno sono esposte a dei rischi durante le fasi produttive. Proprio per questa ragione tali imprese dovranno disporre di un Documento di Valutazione dei Rischi – DVR.

Cos’è e a cosa serve il Documento di Valutazione dei Rischi

Come accennato nella fase introduttiva del post, ogni azienda si sottopone quotidianamente a dei rischi.

Ad esempio:

Uno chef e un cameriere di un ristorante durante la preparazione di un piatto e il servizio ai tavoli mettono a rischio la propria sicurezza e la propria salute. Può capitare che uno chef subisce un’ustione o un taglio, e il cameriere inciampi in un gradino per servire delle pietanze ordinate dai clienti accomodati in sala.

Il Documento di Valutazione dei Rischi nasce proprio per analizzare i probabili rischi e progettare un piano di prevenzione. Lo scopo del documento è trovare delle soluzioni per ridurre in qualche modo i rischi dei lavoratori.

Chi sono i soggetti responsabili del DVR?

L’amministratore delegato della società, in questo caso il ristorare è responsabile del Documento di Valutazione dei Rischi.

Il decreto legislativo recita che altri soggetti e operatori professionali saranno nominati come responsabili di una serie di tutele e prevenzioni. Tutte queste cose dovranno essere redatte all’interno del Documento di Valutazione dei Rischi.

  1. (RSPP) Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, il responsabile avrà il compito di affiancare l’amministratore dell’azienda per valutare i probabili rischi nel lavoro e dovrà trovare delle misure di prevenzione e tutela.
  2. (MC) Medico Competente, avrà il ruolo di conoscere e osservare i rischi durante il lavoro in base alla salute dei dipendenti e dovrà stabilire un protocollo sanitario per tutti i lavoratori;
  3. (RLS) Rappresentante dei Lavoratori, avrà il compito di informare i lavoratori sulla valutazione dei rischi. Ovviamente dovrà ricevere obbligatoriamente una copia del Documento della Valutazione dei Rischi per prenderne visione.

Come dovrà essere redatto un Documento di Valutazione dei Rischi

Il DVR è regolamentato da un decreto legislativo del 2008 D.Lgs. 81/2008, tale decreto dovrà essere osservato e rispettato da tutte le aziende, incluse quelle che operano nel settore del food che hanno almeno un dipendente.

Il testo unico dovrà contenere una serie di anagrafiche dell’azienda e dei lavoratori. I dati dell’azienda fanno riferimento al numero dei dipendenti, macchinari utilizzati, descrizione di eventuali pericoli e rischi, eventuali sostanze chimiche utilizzate per lo svolgimento dell’attività, ecc. Il documento dovrà essere personalizzato per ogni attività ristorativa in modo da analizzare i singoli casi di rischio.

Se il titolare dell’attività Ho.Re.Ca non dovesse disporre del Documento di Valutazione dei Rischi o lo stesso documento non sia in linea con il D.Lgs. 81/2008 sarà sottoposto a delle rigide sanzioni oltre che la sospensione dell’attività. In casi più gravi è prevista una pena detentiva fino ad otto mesi di carcere.   

Ricapitolando

In questo post abbiamo chiarito come sia importante per un imprenditore della ristorazione disporre  di un DVR, utile per la sicurezza dei propri dipendenti oltre che per evitare di sottoporre la propria azienda ad inutili rischi e sanzioni.

Se hai trovato questo post utile, continua a seguire il blog e a leggere gli altri articoli.

Ho un regalo per te,
scarica GRATIS la guida per metterti in regola con la
Sicurezza sul Lavoro in Sardegna.

Lascia un commento